Menu

I misteri di Nirn

 

Vi siete mai chiesti, girovagando per Tamriel, com’è nato il mondo in cui giochiamo? Come mai esistono creature e razze così diverse tra loro? Da cosa hanno avuto origine i culti e le tradizioni professati dai vari popoli, ognuno dei quali sembra racchiudere un fondo di  verità? Ma soprattutto, avete mai avuto la sensazione di essere osservati da qualche entità sovrannaturale?

Salve a tutti! In questo articolo cercheremo di rivelare i misteri che circondano Nirn, il pianeta in cui si svolgono gli eventi narrati nei vari capitoli di The Elder Scrolls. Vi accompagneremo nel viaggio in questo bellissimo mondo che odiamo amare.

Prima di cominciare, però, un appunto importante: le avventure di TESO sono ambientate alla fine della Seconda Era; il che vuol dire che stiamo giocando a una sorta di prequel della saga, poiché tutti gli altri titoli riguardano vicende della Terza Era (tranne Skyrim, che è ambientato nella Quarta Era). Chissà in quale epoca sarà ambientato TES VI

Cominciamo chiedendoci com’è nato questo misterioso universo, che dalla mappa che vediamo in gioco leggiamo chiamarsi Aurbis. Vi sono tesi diverse e in parte contrastanti, ma quella dominante è la seguente.

Cosa c’era in origine, prima della creazione dell’universo? Letteralmente, il nulla cosmico. Da questo nulla si sono generate due entità primordiali: Anu, rappresentativa dell’ordine, e Padomay, rappresentativa del caos. A seguito di uno scontro tra i due, Anu voleva riflettere sulla sua esistenza e così generò la sua anima, Anui-El; Padomay fece lo stesso, dando vita a Sithis. L’interazione tra le anime di questi due potenti esseri diede origine ad Aurbis. Seguendo le orme del padre, Anui-El concepì a sua volta la sua anima, Auri-El, e così facendo creò il Tempo, dando ordine e limiti ad Aurbis e facendo sì che si formassero i primi Spiriti Originari (chiamati et’Ada). Ma Sithis, imitando Anui-El, generò Lorkhan, nato per limitare la sua controparte. Lorkhan ideò quindi una miriade di idee, facendo credere al suo opposto di essere una di queste, e quando mostrò di voler creare il Mundus (ovvero l’anima dell’universo chiamato Aurbis), Auri-El e alcuni et’Ada parteciparono a questo evento. Ma il Mundus era pieno di limiti; gli et’Ada che vi si erano avvicinati, a causa di questa imperfezione latente, persero parte dei loro poteri. Alcuni di loro, tra cui Magnus e altri, poi denominati Magna Ge, fuggirono dal Mundus perforando la “parete” che divideva lo stesso dal resto dell’Aurbis, diventando così il Sole e le stelle del cielo del Mundus. Auri-El ed altri et’Ada vi rimasero però imprigionati. Anu sostituì Auri-El con un’altra anima, ma Anui-El diede a suo figlio un arco e uno scudo per poter combattere Lorkhan. Fu così che Lorkhan, dopo un aspro conflitto, donò la propria vita per creare il Nirn, il principale dei pianeti del Mundus.

Che confusione, vero? Ma per capire i vari “piani” in cui Aurbis si suddivide e conoscere la natura degli Spiriti Originari, dobbiamo cercare di sbrogliare questa matassa.

Aurbis, come abbiamo detto, è l’universo; esso comprende il Mundus (il “piano mortale” ovvero il regno dell’esistenza terrena), l’Oblivion (un insieme di piani abitato da Daedra e altre entità), l’Aetherius (il “piano immortale”, che è la fonte della Magicka dell’Aurbis, da cui provengono gli Aedra) e il Vuoto. La struttura dell’Aurbis è a forma di ruota: il Mundus è al centro; otto punti (rappresentativi degli Otto Divini, gli et’Ada che hanno partecipato alla creazione del Mundus) lo collegano all’Aetherius, che costituisce il bordo; gli spazi vuoti all’interno della ruota costituiscono i vari piani dell’Oblivion; infine, tutto ciò che è all’infuori dell’Aetherius è il Vuoto. Più tecnicamente, con Mundus si intendono i corpi celesti del sistema (Nirn è il principale e Tamriel è un suo continente), mentre l’Oblivion è il luogo in cui essi galleggiano.

Ma in tutto questo, chi sono davvero gli Aedra e i Daedra? È presto detto: sono proprio gli Spiriti Originari! Gli Aedra (termine Aldmeri che significa “i nostri antenati”)  sono gli et’Ada che contribuirono alla creazione del Mundus; i Daedra (“non i nostri antenati”) sono invece quelli che, devoti a Padomay, non vi presero parte.

Grazie mille a tutti gli eroi che sono arrivati alla fine di questa lettura! Speriamo di aver ravvivato il vostro interesse per questo mondo misterioso facendovi conoscere la sua origine. Fateci sapere cosa ne pensate commentando questo articolo o scrivendo sulla nostra pagina Facebook.

Luca Liborio Di Maio (Lukowsky)

Nessun commento

Lascia un commento

Video in rilievo

Unboxing di Arvendir della Collector Edition di Elder Scrolls Online: Summerset!

Seguici su Facebook!

Segui TES:O su facebook!

SUPPORTACI!

ESOItalia si impegna quotidianamente per offrirti la migliore esperienza possibile senza banner pubblicitari grazie al tempo e al denaro speso da parte dello staff.

Se sei soddisfatto di ciò che abbiamo da offrirti gratuitamente, potresti supportarci con una piccola donazione tramite PayPal! Bastano pochi euro per fornirci un grande aiuto!